ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

lunedì 21 ottobre 2019

Ogni Umano Mangia E Respira Circa 121.000 Microplastiche All'Anno


Secondo una nuova ricerca pubblicata sulla rivista Environmental Science and Technology, una persona mediamente può assorbire (mangiando e/o respirando normalmente) una "dose" compresa tra 74.000 e 121.000 microparticelle di plastica, dette microplastiche, ogni anno. Sorprendentemente, metà di questa intossicazione di microplastica proviene dall'aria che respiriamo, e l'altra metà proviene dai cibi e dalle bevande che consumiamo. 

Vediamo allora in questo articolo cosa sono le microplastiche e che effetti possono avere su di noi.




È stato anche notato nello studio che bere molta acqua in bottiglia può aumentare la presenza di queste tossine fino a 90.000 particelle di microplastiche.

Si dice che questo sia il primo studio a stimare la quantità di inquinamento plastico che viene ingerito dall'uomo. 

Gli scienziati non sono sicuri degli effetti a lungo termine del consumo accidentale di microplastiche, pur sapendo bene cosa sono, ma è chiaro che potrebbero rilasciare sostanze chimiche tossiche una volta che si trovano all'interno del corpo.




Kieran Cox, presso l'Università di Victoria in Canada, e ricercatore capo dello studio, ha avvertito che i rischi esatti per la salute sono ancora sconosciuti, ma ha affermato che esiste "un alto rischio di esposizione in termini di numeri. Potrebbe essere una potenziale chiamata di allarme "

Cox sta cercando di ridurre i rischi nella propria vita personale e raccomanda a tutti di diventare più consapevoli delle materie plastiche che utilizzano.

"Devo assolutamente ridurre e fare sempre più a meno degli imballaggi di plastica e cercare di evitare il più possibile l'acqua in bottiglia. Rimuovere la plastica monouso dalla tua vita e supportare le aziende che si stanno allontanando dagli imballaggi di plastica avrà un impatto non banale. 

I fatti sono semplici.

Stiamo producendo molta plastica e sta finendo negli ecosistemi, di cui facciamo parte ", ha detto Cox, riporta The Guardian.


Le microplastiche e i danni all'ambiente


Cosa sono le microplastiche?
Le microplastiche sono solo piccolissimi pezzi di plastica lunghi meno di cinque millimetri. Alcune di queste plastiche, chiamate microsfere, sono progettate per essere piccole, ma questo prodotto è stato bandito da numerosi paesi negli ultimi anni. Tuttavia, le materie plastiche più grandi che finiscono negli oceani si degradano naturalmente in microplastica.


Gli scienziati hanno scoperto che le microplastiche coprono interamente la terra, in ogni campione raccolto. La ricerca conteneva i dati di 26 studi precedenti sulle microplastiche e utilizzava linee guida dietetiche del governo degli Stati Uniti per calcolare quante particelle la persona media avrebbe mangiato in un anno. Tuttavia, ci sono ancora alcuni punti ciechi nella ricerca, perché non sono stati in grado di testare tutti i prodotti alimentari e tutte le bevande sul mercato.




Cox ha detto che sono necessarie ulteriori ricerche per dipingere un quadro completo. 

"Non conosciamo moltissimo. Ci sono alcune lacune di dati importanti che devono essere riempite", ha detto Cox. 

Cox ha anche detto che cibi come pane, carne, latticini e verdure potrebbero contenere molte più microplastiche rispetto alla piccola gamma di alimenti che sono stati in grado di testare.  

"È molto probabile che ci saranno grandi quantità di particelle di plastica in questi. Si potrebbe andare verso centinaia di migliaia ", ha detto Cox. 

Ad aprile, i principali consulenti scientifici della Commissione europea hanno pubblicato un rapporto che avverte dei pericoli delle microplastiche.




"Le prove [sui rischi per l'ambiente e la salute delle microplastiche] forniscono motivi di preoccupazione genuina e di precauzione da esercitare ... La crescente evidenza scientifica sui rischi di inquinamento microplastico incontrollato, combinata con la sua persistenza e irreversibilità a lungo termine, suggerisce ragionevolmente che dovrebbero essere adottate misure proporzionali per impedire il rilascio di microplastiche ", conclude il rapporto.

Leggi anche: Più Plastica Che Pesci Negli Oceani Nel 2050?



Secondo un rapporto pubblicato dalla Ellen MacArthur Foundation, se l'attuale tasso di inquinamento plastico continua, ci sarà più plastica negli oceani di quanti pesci ci siano entro l'anno 2050. In questo momento, un'immane immondizia di plastica viene scaricata nell'oceano ogni minuto. 

Gli esseri umani stanno facendo piccoli passi avanti per sostituire i prodotti in plastica con alternative naturali, ma abbiamo una lunga strada da percorrere: questo passa anche da informare le persone su cosa sono le microplastiche e come evitare di inquinare.

LETTURA CONSIGLIATA: Il mio nome è Greta. 

https://www.amazon.it/Greta-manifesto-nazione-quella-ragazzi/dp/8869214303/ref=sr_1_2?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&keywords=inquinamento&qid=1571147054&s=books&sr=1-2&_encoding=UTF8&tag=siavit0d21-21&linkCode=ur2&linkId=e4656911e8c524228420cb39f5c4e0b5&camp=3414&creative=21718




Mi chiamo Luca, creatore del blog Siamo Vita. Penso che fondere psicologia e spiritualità possa aiutarti a creare una vita più felice. 
Ricevi una copia gratuita del mio eBook di 31 pagine - Segreti Per Controllare La Tua Vita Tra Psicologia E Spiritualità - cliccando qui.



 


FONTE: truththeory
CREDITO IMMAGINE

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento è molto ben accetto su questo blog, ogni opinione è gradita ed il confronto aiuta sempre, perciò ti invito a commentare, ma tieni conto di questi semplici accorgimenti:

1. Vengono accettati solo commenti utili, interessanti e ricchi di contenuto.
2. Non linkare il tuo sito o servizio per farti pubblicità, non servirebbe, i link sono tutti no_follow e comunque il commento non verrebbe pubblicato.
3. Se il commento è offensivo non verrà pubblicato. Siamo qui per dialogare e non per insultare :)