ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

lunedì 20 maggio 2019

Gli Smartphone Stanno Distruggendo La Terra Più Velocemente Di Quanto Possiamo Immaginare


Al giorno d'oggi, semplicemente adoriamo i nostri smartphone, no? 

Una vita senza smartphone sembra un incubo, specialmente per la gioventù dei nostri tempi. Non c'è dubbio che questo amore è abbastanza sincero. 

Tuttavia, così distratti come siamo, è anche vero che ci annoiamo con i nostri telefoni abbastanza facilmente. Di conseguenza, sentiamo il costante bisogno di aggiornare i nostri smartphone e quindi di "migliorare noi stessi".




Tuttavia, il più delle volte, siamo completamente ignari del prezzo che stiamo pagando per tali aggiornamenti

No, non sto solo parlando del prezzo che paghiamo al negozio per acquistare un nuovo smartphone. Questo è un capitolo a parte, e magari dovremmo comunque pensare su al fatto che è meglio avere uno smartphone (o anche un cellulare) vecchio ma risparmiare e/o spendere per ciò che ci rende veramente felici.

Dovremmo pensare anche ai danni ambientali che provoca il voler comprare lo smartphone nuovo e al passo coi tempi.

Infatti, stiamo direttamente promuovendo il degrado ambientale ogni volta che acquistiamo uno smartphone o qualsiasi altro dispositivo abilitato a Internet. 

Secondo uno studio recente condotto presso la MacMaster University, la quota di emissioni di carbonio dell'industria delle informazioni e della comunicazione (ICT) è triplicata dal 2007. Nel 2007, le ICT rappresentavano l'1% delle emissioni globali totali di carbonio. Crescendo al ritmo attuale, saranno agilmente superiori al 14% entro il 2040.



Lo studio non era limitato agli smartphone, ma includeva anche laptop, tablet e altr i dispositivi simili. I risultati sono stati pubblicati sul Journal of Cleaner Production. 

Quindi, potresti chiederti come sia possibile. Continua a leggere e lo scoprirai. 

Più di ogni altra cosa, gli smartphone stanno contribuendo a questo imminente triste destino per il pianeta Terra in molti modi diversi. 

Non importa ciò che dicono le aziende, non possiamo essere d'accordo sul fatto che, in media, uno smartphone viva per solo circa 2 anni. Quindi, in un certo senso, sono dei dispositivi abbastanza usa e getta

Ebbene, c'è un problema con questo sistema dell'obsolescenza programmata.




Siamo dipendenti dagli smartphone e non possiamo vivere senza. Quindi, siamo obbligati a comprare un nuovo smartphone non appena il vecchio smette di funzionare o, a volte, anche prima. In questo modo, la produzione di questi dispositivi è in costante aumento.


Ora, fabbricare uno smartphone implica un'intensa attività mineraria e questo rappresenta circa l'85-95% del carbonio totale emesso dal dispositivo nel corso della sua vita. Per dirla diversamente, l'energia consumata per l'acquisto di un nuovo smartphone è quasi uguale a quella di usare quello vecchio per circa un decennio. 

A livello globale, tuttavia, c'è stata una diminuzione della frequenza degli acquisti di smartphone. È stato notato che in questi giorni, per fortuna, una larga parte della gente è più incline a mantenere i loro vecchi telefoni. 

Al fine di compensare questa perdita, le aziende si stanno ora concentrando su come spingere sul mercato telefoni più grandi e più costosi. 

Questo, ancora una volta, è la radice di un altro problema. I telefoni più grandi sono significativamente peggiori, in termini di impronte di carbonio. Secondo Apple, la produzione di carbonio di un iPhone 7 Plus è circa il 10% in più rispetto a quella di iPhone 6s. Inoltre, la spinta di queste aziende a riciclare i loro vecchi telefoni non è stata un successo.




Oltre ai dispositivi stessi, una grande parte della responsabilità ricade sui server di dati. Entro il 2020, si prevede che rappresenteranno il 45% delle emissioni totali delle ICT. 

Con il boom dell'utilizzo degli smartphone e dell'accessibilità a Internet, anche il funzionamento dei server è aumentato. Inoltre, più smartphone significano più server. 

Lo scenario potrebbe peggiorare ulteriormente se le criptovalute diventassero di uso sfrenato. Non è tutto. Un'altra tendenza in aumento è l'internet di cose o dispositivi come i frigoriferi intelligenti e simili.









In tutto, l'aumento del numero di dispositivi con accesso a Internet porta ad un aumento diretto delle attività dei server. Inoltre, c'è un costante aumento delle trasmissioni wireless. 

Di conseguenza, anche l'impronta ecologica globale sta aumentando. 

Da parte loro, aziende come Apple e altri hanno promesso di passare completamente a risorse energetiche rinnovabili. Eppure, sfortunatamente, questo non sarà di grande aiuto. 

Nessuno può controllare da solo questa minaccia. Ognuno di noi deve lottare per questo. Per cominciare, possiamo lasciar andare il nostro desiderio di aggiornare costantemente i nostri dispositivi abilitati a Internet, possiamo vivere benissimo con uno smartphone non al passo coi tempi.






FONTE: truththeory

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento è molto ben accetto su questo blog, ogni opinione è gradita ed il confronto aiuta sempre, perciò ti invito a commentare, ma tieni conto di questi semplici accorgimenti:

1. Vengono accettati solo commenti utili, interessanti e ricchi di contenuto.
2. Non linkare il tuo sito o servizio per farti pubblicità, non servirebbe, i link sono tutti no_follow e comunque il commento non verrebbe pubblicato.
3. Se il commento è offensivo non verrà pubblicato. Siamo qui per dialogare e non per insultare :)