ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

lunedì 15 maggio 2017

Nuovo Studio Scopre Connessioni Tra Pregiudizio E Intelligenza


Alcuni vecchi studi affermavano che le persone meno intelligenti fossero più propense ad avere pregiudizi. Ma è davvero così? Sembra di no. O meglio, la questione non sarebbe questa. 

Vediamo nel nostro articolo di oggi la relazione tra pregiudizio e intelligenza negli esseri umani.


E' stato recentemente scoperto che non è un quoziente intellettivo basso che determina se sei tendente ai pregiudizi o meno, come invece è stato precedentemente creduto, ma in realtà è il tuo livello di intelligenza che determina contro chi hai dei pregiudizi.

Mentre si sosteneva che le persone con una capacità cognitiva inferiore avessero più probabilità di avere pregiudizi, i risultati sono stati ora rivalutati ed ora pare quindi che il comportamento di tenere pregiudizio non si limita alle persone di scarsa intelligenza, ma che il livello di intelligenza determini solamente il gruppo di persone o individui contro cui uno sarà prevenuto.

In un esperimento dal titolo "Rispondendo a questioni irrisolte circa il rapporto tra capacità cognitiva e pregiudizio", che è stato effettuato dai ricercatori e psicologi sociali Mark Brandt e Jarret Crawford, 5.914 persone sono state analizzate e hanno dato questi risultati.





Il gruppo di studio è stato diviso in base alle capacità cognitive dopo un test "wordsum", che è un test che viene considerato essere correlato al QI di ogni individuo.

Dopo aver risolto il fatto che un pregiudizio preciso da un individuo sia o meno un pregiudizio, gli analisti hanno misurato la quantità di pregiudizio che era evidente nei gruppi separati dalla diversa capacità cognitiva.

Hanno osservato specifici gruppi divisi di entrambe le capacità cognitive superiori e inferiori e analizzato ogni gruppo durante lo stesso esperimento per vedere le reazioni e registrare se un pregiudizio specifico era giustificato o no, dopo aver rimosso tutti i giudizi di valore.

https://rover.ebay.com/rover/1/724-53478-19255-0/1?icep_id=114&ipn=icep&toolid=20004&campid=5337998561&mpre=http%3A%2F%2Fwww.ebay.it%2Fitm%2FBioaqua-Maschera-Nera-Viso-Rimuove-Punti-Neri-Acne-Remove-Black-head-Mask-60g-%2F162472484197%3Fhash%3Ditem25d41d5d65%3Ag%3AZJUAAOSwpkFY5hud

La ricerca ha dimostrato che le persone con un basso quoziente intellettivo avevano più probabilità di avere pregiudizi contro i gruppi liberali, così come i gruppi definiti da razza, sesso o orientamento sessuale. Invece, per le persone con un elevato quoziente intellettive, era il contrario, nel senso che avevano più pregiudizio verso i gruppi conservatori. 

Brandt e Crawford hanno detto, "le persone non amano chi è diverso da loro. Biasimare persone con diverse visioni del mondo può aiutare a mantenere la validità del proprio punto di vista. Il che significa che le persone fanno affidamento sulla propria percezione del mondo come quella corretta, pensando che diversi punti di vista siano sbagliati, e vogliono rafforzare il proprio."

Leggi anche: 5 Falsi Miti Sulle Relazioni

Hanno inoltre scoperto che coloro che avevano una bassa capacità cognitiva erano più prevenuti nei confronti dei gruppi di cui quelle persone non hanno potuto scegliere o meno di farvi parte, ad esempio, i gruppi etnici, visto che deriva dalla nascita e non da una scelta consapevole, come ad esempio, un partito politico. 

Si tratta di informazioni molto importanti in un momento in cui gli americani musulmani si trovano ad affrontare grandi pregiudizi.

Brandt e Crawford anche detto che quelli con una quoziente di intelligenza inferiore spesso vedono i gruppi diversi con contorni distinti che li separano. Questo è stato così commentato: "avere confini chiari aiuta le persone a percepire il gruppo avversario come distinto e lontano. Cioè, non a non sentirlo come una minaccia".


Con l'esempio di Donald Trump del muro lungo il confine meridionale degli Stati Uniti, i ricercatori hanno affermato che coloro che hanno sostenuto questo piano avevano pregiudizi proprio verso i gruppi senza scelta di appartenenza, in questo caso, i messicani. Mentre al contrario, quelli con una elevata capacità cognitiva mostrano più pregiudizi verso i conservatori, e "possono essere particolarmente arrabbiati per gruppi che pensano di essere in grado di cambiare le loro menti", secondo i ricercatori. 

Questo nuovo studio dimostra che, sebbene molte persone diverse possano comunque avere pregiudizi, non importa quanto intelligenti siano, è proprio la loro intelligenza che determina in realtà quello di cui hanno pregiudizio nei fatti.


Mi chiamo Luca, creatore del blog Siamo Vita. Penso che fondere psicologia e spiritualità possa aiutarti a creare una vita più felice. 
Ricevi una copia gratuita del mio eBook di 31 pagine - Segreti Per Controllare La Tua Vita Tra Psicologia E Spiritualità - cliccando qui.

 
Se ti è piaciuto non perderti: La Forza Di Una Mente Condizionata
 


FONTE: truththeory

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento è molto ben accetto su questo blog, ogni opinione è gradita ed il confronto aiuta sempre, perciò ti invito a commentare, ma tieni conto di questi semplici accorgimenti:

1. Vengono accettati solo commenti utili, interessanti e ricchi di contenuto.
2. Non linkare il tuo sito o servizio per farti pubblicità, non servirebbe, i link sono tutti no_follow e comunque il commento non verrebbe pubblicato.
3. Se il commento è offensivo non verrà pubblicato. Siamo qui per dialogare e non per insultare :)