ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

giovedì 22 dicembre 2016

Karma negativo: ostacolo o opportunità nel percorso spirituale?


Noi, che tentiamo di raggiungere lo sviluppo spirituale, spesso abbiamo la sensazione che certe persone o situazioni ci impediscano lo sviluppo. Ci sono una serie di cose che possono ostacolare la strada lungo il nostro cammino spirituale. Alcune persone pensano al karma negativo come all'ostacolo più grave nel loro progresso spirituale. Siamo nati nel posto sbagliato, con le circostanze sbagliate; dobbiamo prima far fronte a tali circostanze, e solo dopo iniziare il nostro sviluppo spirituale. È davvero così?




Se vogliamo rispondere a questa domanda, dobbiamo esaminare uno dei meccanismi di difesa più efficaci della nostra mente, ovvero, trovare un capro espiatorio. La nostra mente vuole trovare una scusa. Ciò significa che ogni volta che incontriamo difficoltà nella nostra vita, tendiamo a cercare la ragione del problema al di fuori di noi. Non ci assumiamo le nostre responsabilità. Invece, si preferisce dare la colpa agli altri, a fattori esterni o a persone che riteniamo responsabili e causa delle nostre difficoltà.


Cercare una scusa per i nostri insuccessi

Quando ci convinciamo che il nostro karma negativo ci impedisce di fare progressi e svilupparci interiormente, noi ci sentiamo sollevati e scusati, dal momento che non possiamo farne a meno, non è colpa nostra, le cose funzionano così, non possiamo farci niente. Abbiamo tutta la buona volontà, ma, purtroppo, le circostanze avverse hanno interferito e hanno frenato l'attuazione delle nostre grandi intenzioni. Quindi aspettiamo un'occasione più favorevole, e tendiamo a fare la vittima, a metterci nella posizione di essere compianti, a voler essere capiti e commiserati. Riassumendo: è colpa del karma.

Sullo stesso tema: Come ti inganna la tua mente

Questo atteggiamento sembra logico, ma non lo è affatto. Qualunque cosa ci accadrà nella vita, potremo affrontare qualunque difficoltà, che, nella maggior parte dei casi, avviene in conseguenza delle nostre precedenti azioni e scelte. Non importa cosa sta accadendo nel momento presente, è il risultato delle nostre precedenti azioni inconsce, abbiamo seminato il seme da cui sono nate le nostre attuali difficoltà. Come dice un vecchio detto: si raccoglie ciò che si semina. Non siamo le vittime delle circostanze; al contrario. Creiamo il karma negativo di cui ci lamentiamo e a cui vogliamo dare la responsabilità per la nostra sfortuna. Si può affrontare tutto.

https://rover.ebay.com/rover/1/724-53478-19255-0/1?icep_id=114&ipn=icep&toolid=20004&campid=5337998561&mpre=http%3A%2F%2Fwww.ebay.it%2Fitm%2FHolika-Holika-Pig-nose-Clear-Black-Head-3-step-Kit-Patch-anti-punti-neri-coreano-%2F162299610558%3Fhash%3Ditem25c9cf85be%3Ag%3AiFkAAOSw5cNYO~Lc



Come cambiare atteggiamento

Dobbiamo cambiare questo atteggiamento in modo da poter uscire dal circolo vizioso, da questo loop di vittimismo. Il nostro atteggiamento cambia solo se ci rendiamo conto che non c'è nulla e nessuno che dobbiamo incolpare, o meglio, ritenere responsabile di ciò che non va, se non noi stessi. Dobbiamo quindi smettere di cercare scuse, e dobbiamo assumerci la responsabilità delle nostre azioni per il nostro sviluppo interiore, esteriore e spirituale. Non c'è nessuno, solo noi stessi nel nostro progresso, nella nostra vita, noi stessi abbiamo bloccato la strada con i nostri atteggiamenti precedenti.

Leggi anche: Il lato negativo dell'essere ambiziosi



Agire con consapevolezza nel presente

La verità è che siamo ora liberi dal nostro karma negativo. Libertà significa che ora, nel momento presente, agiamo coscientemente e facciamo ciò che il momento attuale ci impone di fare. Naturalmente, per poterlo fare, dobbiamo affrontare il presente, le circostanze attuali. Questa resa consapevole significa non resistere al flusso, vivere il presente, non cercare di fuggire da esso, ma cercare di raggiungere una armonia interiore in noi stessi con quello che c'è e che proviamo nel momento presente.



Accettare la situazione

La nostra armonia interiore con una specifica situazione significa accettare pienamente quella situazione. Per accettarla, dobbiamo essere vigili, dobbiamo essere presenti, dobbiamo osservarci come un neutrale osservatore esterno. Essendo consapevolmente aperti, riconosceremo e vedremo chiaramente ciò che la situazione esige da noi. Qualunque cosa facciamo in questo stato di completa vigilanza, non sarà la causa di alcun karma negativo, dal momento che la nostra azione è conforme con le possibilità e le esigenze della situazione in questione.

Quindi, se, in mancanza di vigilanza, in mancanza di osservazione neutrale di te stesso, si prendono le decisioni sbagliate, e dobbiamo accettare la responsabilità per le conseguenze che verranno. 

Accettare la responsabilità che abbiamo invece significa che accettiamo le circostanze e, diventiamo consapevoli della situazione specifica, e troviamo il sentiero che porta alle decisioni giuste. Questo è come la vera intelligenza fluisce nelle nostre azioni, ed è così che il momento presente diventa un prezioso insegnante nel nostro cammino.

Mi chiamo Luca, creatore del blog Siamo Vita. Penso che fondere psicologia e spiritualità possa aiutarti a creare una vita più felice. 
Ricevi una copia gratuita del mio eBook di 31 pagine - Segreti Per Controllare La Tua Vita Tra Psicologia E Spiritualità - cliccando qui.

Non perderti questo articolo: Il tuo ego è tuo amico o nemico?
 
FONTE: Powerofconsciousness

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento è molto ben accetto su questo blog, ogni opinione è gradita ed il confronto aiuta sempre, perciò ti invito a commentare, ma tieni conto di questi semplici accorgimenti:

1. Vengono accettati solo commenti utili, interessanti e ricchi di contenuto.
2. Non linkare il tuo sito o servizio per farti pubblicità, non servirebbe, i link sono tutti no_follow e comunque il commento non verrebbe pubblicato.
3. Se il commento è offensivo non verrà pubblicato. Siamo qui per dialogare e non per insultare :)