ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

martedì 16 aprile 2019

Un Cieco E Un Uomo Senza Braccia Hanno Piantato Oltre 10.000 Alberi Nell'Ultimo Decennio


Sebbene noi, come specie, abbiamo più di quanto le generazioni precedenti avrebbero mai potuto immaginare, la maggior parte di noi è pronta a giustificarsi e trovare scusa quando si tratta di fare un lavoro che non ci ispira. 

Sia che sia portare a spasso il cane, piantare un albero o buttare via la spazzatura, la maggior parte delle persone è pronta a inventare scuse, piuttosto che fare il lavoro o il compito che dovrebbe.




Il fatto che così tanti siano pronti a trovare scuse, tutta questa pigrizia, è ciò che rende la seguente storia così stimolante. Per oltre un decennio, Jia Haixia e il suo amico Jia Wengi (un doppio amputato senza braccia) hanno piantato oltre 10.000 alberi per far rivivere l'ambiente un tempo arido attorno a Yeli Village, nel nord-est della Cina.



Nato cieco da un occhio e avendo perso l'altro in un incidente legato al lavoro, Haixia dipende dalla vista e dalla gentilezza degli altri per aiutarlo a muoversi bene nel mondo. E avendo perso entrambe le braccia in un incidente quando aveva solo 3 anni, Wengi ha sviluppato incredibili capacità di impegnarsi nel mondo intorno a lui con i suoi arti inferiori, ma manca ancora della facilità che gli altri danno per scontaa quando si tratta di eseguire semplici compiti giornalieri. Insieme, tuttavia, la coppia ha affittato 8 acri di terra dal governo e ha iniziato a ripiantare il terreno con alberi per proteggere il villaggio dalle inondazioni.


Ogni mattina, gli amici si svegliano alle 7 del mattino e poi escono per una giornata di lavoro. Con pochi soldi per acquistare gli alberelli dal negozio, si affidano a talee ricavate da alberi adulti e le piantano per creare nuova vita.




Dopo anni di vita e lavoro fianco a fianco, la coppia di amici ha imparato a lavorare insieme per superare le proprie disabilità individuali. Wengi porta spesso Haixia cieco sulle proprie spalle attraverso il fiume che scorre veloce, mentre Haixia si arrampica sulla cima degli alberi per tagliare i rami che diventeranno poi talee per nuovi alberi. 



Dopo essere tornato giù, Haixia scava buche nel terreno per piantare le talee. Il lavoro di Wengi è quindi quello di prendersi cura degli alberelli crescenti annaffiandoli. Con questo unico sistema di lavoro di squadra, gli amici stimano di aver piantato oltre 10.000 alberi in oltre un decennio.




Un'enorme quantità di attenzioni e una generosa dose di supporto sono state offerte alla coppia dopo che le notizie sui loro eroi sono diventate virali in Cina. Come condiviso da Hebei Haoren, alcune anime generose hanno persino donato soldi per fornire agli anziani pensioni per sostenere il proprio stile di vita.




E secondo un altro articolo della Xinhua News Agency, Haixia potrebbe presto essere in grado di riacquistare la vista all'occhio sinistro grazie a un'operazione che un team di operatori sanitari è disposto a svolgere gratuitamente, rendendo questa storia ancora più commovente! 

 Forse il loro esempio ispirerà te ed altri a "essere il cambiamento" che speri di vedere nel mondo. 

Hai trovato questa storia stimolante? 

Condividere e commenta con i tuoi pensieri qua sotto.

Leggi anche: 9 Azioni In Cui Perdiamo Tempo



Mi chiamo Luca, creatore del blog Siamo Vita. Penso che fondere psicologia e spiritualità possa aiutarti a creare una vita più felice. 
Ricevi una copia gratuita del mio eBook di 31 pagine - Segreti Per Controllare La Tua Vita Tra Psicologia E Spiritualità - cliccando qui.



Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento è molto ben accetto su questo blog, ogni opinione è gradita ed il confronto aiuta sempre, perciò ti invito a commentare, ma tieni conto di questi semplici accorgimenti:

1. Vengono accettati solo commenti utili, interessanti e ricchi di contenuto.
2. Non linkare il tuo sito o servizio per farti pubblicità, non servirebbe, i link sono tutti no_follow e comunque il commento non verrebbe pubblicato.
3. Se il commento è offensivo non verrà pubblicato. Siamo qui per dialogare e non per insultare :)