ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

lunedì 8 luglio 2019

Oltre 1.700 Specie Si Estingueranno Entro il 2070, Se L'Attività Umana Resterà Uguale Ad Oggi


Già il titolo la dice lunga sulla scenario apocalittico che il genere umano sta causando al pianeta... la perdita di biodiversità sempre più forte è qualcosa che ha risvolti che non siamo in grado di prevedere e controllare con precisione.

Ma per rendere più semplice la cosa, diamo come esempio un fatto oramai di dominio comune (o per lo meno, si spera)... pensate se si estinguessero le api. Cosa accadrebbe a tutte le specie vegetali che si riproducono grazie alle instancabili api impollinatrici?




A meno che ogni umano decida di "cambiare" nella propria vita quotidiana e adottare abitudini sostenibili, il mondo che condividiamo sarà un posto drasticamente diverso tra soli 50 anni. Non solo i disastri ambientali saranno più frequenti e la qualità dell'aria sarà simile a un qualcosa di tossico, ma circa 1.700 specie potrebbero estinguersi a causa dell'attività umana.



Il risultato è stato pubblicato dagli ecologi della Yale University recentrmente su Nature Climate Change. I ricercatori spiegano che man mano che gli umani continuano a usare sempre più terra, altre specie sono lasciate con poco spazio per sopravvivere. Di conseguenza, si possono verificare forti diminuzioni della popolazione in oltre 1.700 specie di anfibi, uccelli e mammiferi.

Gli ecologisti hanno fatto questa previsione combinando due tipi di informazioni: le attuali distribuzioni geografiche di circa 19.400 specie in tutto il mondo e le previste modifiche alla copertura del suolo in base a quattro diverse traiettorie concordate tra gli scienziati. 

"Le nostre scoperte collegano questi plausibili futuri con le loro implicazioni per la biodiversità", ha detto il coautore dello studio Walter Jetz. "Le nostre analisi ci consentono di tenere traccia di come le decisioni politiche ed economiche - attraverso i loro cambiamenti associati alla copertura del suolo globale - causino un calo della gamma di habitat nelle specie di tutto il mondo".




Lo scenario "a metà strada" rivela solo cambiamenti moderati. Nei prossimi 50 anni, le specie colpite perderanno all'incirca il 30-50% delle loro attuali fasce di habitat. Quelli a più alto rischio includono 886 specie di anfibi, 436 specie di uccelli e 376 specie di mammiferi. Precedenti studi hanno previsto più di 400 carnivori mammiferi e  specie di ungulati che diminuiranno fino a un terzo entro il 2050.




"Le perdite nelle popolazioni di specie possono ostacolare irreversibilmente il funzionamento degli ecosistemi e la qualità della vita umana", ha affermato Jetz. "Anche se l'erosione della biodiversità in parti lontane del pianeta può non sembrare influire direttamente su di noi, le sue conseguenze sui mezzi di sussistenza umani possono riverberarsi a livello globale. Spesso è anche la domanda lontana che guida queste perdite - pensiamo a legni tropicali, olio di palma o soia - rendendoci quindi tutti corresponsabili ".




Per visualizzare queste proiezioni e tutte le specie analizzate, potete visitare il sito Web Map of Life

"L'integrazione delle nostre analisi con la mappa della vita può supportare chiunque desideri valutare come le specie possono soffrire in specifici scenari futuri di utilizzo del suolo e aiutare a prevenire o mitigare questi effetti", ha spiegato Ryan P. Powers, co-autore dello studio.

Leggi anche: Un Cieco E Un Uomo Senza Braccia Hanno Piantato 10.000 Alberi

E tu come la pensi? Ti prego di commentare qua sotto e condividere questa notizia!




Mi chiamo Luca, creatore del blog Siamo Vita. Penso che fondere psicologia e spiritualità possa aiutarti a creare una vita più felice. 
Ricevi una copia gratuita del mio eBook di 31 pagine - Segreti Per Controllare La Tua Vita Tra Psicologia E Spiritualità - cliccando qui.



 


FONTE: truththeory

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento è molto ben accetto su questo blog, ogni opinione è gradita ed il confronto aiuta sempre, perciò ti invito a commentare, ma tieni conto di questi semplici accorgimenti:

1. Vengono accettati solo commenti utili, interessanti e ricchi di contenuto.
2. Non linkare il tuo sito o servizio per farti pubblicità, non servirebbe, i link sono tutti no_follow e comunque il commento non verrebbe pubblicato.
3. Se il commento è offensivo non verrà pubblicato. Siamo qui per dialogare e non per insultare :)