ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

lunedì 11 febbraio 2019

Stare Sempre Da Soli E' Più Mortale Dell'Obesità, Dice Uno Studio


Potresti ritenere che ti faccia bene trascorrere del tempo da solo, oppure no. 
Personalmente mi piace la solitudine, come scelta. Spesso, è proprio vero che "Solitude is Bliss" (Solitudine è Beatitudine).

Ma è anche ormai chiaro, secondo uno studio che andremo a vedere in questo articolo, che lunghi periodi di isolamento sociale fanno male alla salute, ed è persino più probabile che ciò incida sulla nostra mortalità rispetto all'obesità

Possibile?




Abbiamo parlato spesso dei vantaggi di essere single mentre tutti sono impegnati a sposarsi; abbiamo parlato anche di chi sostiene (uno studio) che i contatti sociali aumentano la longevità dell'essere umano. Quindi, come sempre, un solo studio non dimostra l'esaustività di un argomento di per sé complicato e pieno di sfaccettature.




Ad ogni modo, andiamo a vedere meglio questo studio secondo cui l'isolamento sociale sarebbe ancora più mortale di essere obesi.

Secondo una nuova revisione di 218 studi che hanno esaminato gli effetti della solitudine e dell'isolamento sociale, quelli con cattive connessioni sociali hanno il 50% in più di probabilità di morire prematuramente rispetto a quelli con buone connessioni sociali. L'obesità, d'altra parte, aumenta il rischio di morte di una persona solo del 30 percento.



Ha detto la dottoressa Julianne Holt-Lunstad, autrice principale e docente alla Brigham Young University: "Essere socialmente connessi agli altri è considerato un bisogno umano fondamentale, cruciale per il benessere e la sopravvivenza".


"Gli esempi estremi mostrano che i neonati in custodia cautelare a cui manca il contatto umano non riescono a prosperare e spesso muoiono, e in effetti l'isolamento sociale o la detenzione è stato usato come una forma di punizione", ha continuato. 

"Eppure una parte crescente della popolazione statunitense ora vive regolarmente l'isolamento". 

Come risultato di questi risultati, gli esperti avvertono che la solitudine dovrebbe essere considerata un rischio per la salute pubblica. Aggiungono che noi, come società, stiamo vivendo un'epidemia di "solitudine"

Questo non è il primo dato che suggerisce che l'isolamento sociale può influire negativamente sulla salute. Un sondaggio di Granset, il sito di social networking degli anni '50, ha concluso che quasi il 75% degli anziani nel Regno Unito è solo. Inoltre, la maggior parte non ha mai parlato con qualcuno dei propri sentimenti.




Ha detto Holt-Lunstad: "Vi sono prove solide che l'isolamento sociale e la solitudine aumentano significativamente il rischio di mortalità prematura, e l'entità del rischio supera quella di molti dei principali indicatori di salute". 

"Con un crescente invecchiamento della popolazione, si prevede che l'effetto sulla salute pubblica aumenterà", ha aggiunto Holt-Lunstad. 

"In effetti, molte nazioni in tutto il mondo ora suggeriscono che siamo di fronte a un'epidemia di solitudine." La sfida che affrontiamo ora è che cosa si può fare al riguardo ". Il professore sollecita una maggiore priorità nella ricerca e nello sviluppo di risorse per affrontare la solitudine. Ad esempio, ai bambini dovrebbero essere insegnate abilità sociali per combattere la solitudine o esprimere le proprie emozioni nelle scuole.








Mi chiamo Luca, creatore del blog Siamo Vita. Penso che fondere psicologia e spiritualità possa aiutarti a creare una vita più felice. 
Ricevi una copia gratuita del mio eBook di 31 pagine - Segreti Per Controllare La Tua Vita Tra Psicologia E Spiritualità - cliccando qui.


FONTE: The New York Post

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento è molto ben accetto su questo blog, ogni opinione è gradita ed il confronto aiuta sempre, perciò ti invito a commentare, ma tieni conto di questi semplici accorgimenti:

1. Vengono accettati solo commenti utili, interessanti e ricchi di contenuto.
2. Non linkare il tuo sito o servizio per farti pubblicità, non servirebbe, i link sono tutti no_follow e comunque il commento non verrebbe pubblicato.
3. Se il commento è offensivo non verrà pubblicato. Siamo qui per dialogare e non per insultare :)