ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

lunedì 21 gennaio 2019

La Scienza Conferma Ciò Che Gli Hippy Sapevano Dagli Anni '60: l'LSD Promuove L'Unità


La scienza ha finalmente capito e conferma che l'LSD promuove un sentimento di unità, sentirsi tutti uno solo!

Durante la ricerca sull'acido lisergico nel 1938 il chimico svizzero Albert Hofmann creò accidentalmente ciò che in seguito sarebbe stato conosciuto come LSD. 

Fu solo nel 1943, quando Hofmann (di nuovo accidentalmente) ingerì la sostanza, la prima volta che qualcuno fece un vero viaggio su LSD.




Hoffman descrisse questa esperienza come lieve, durata solo poche ore e sarebbe stato solo nel suo prossimo viaggio (una sana dose di 250 microgrammi) che avrebbe avuto tutti gli effetti della sostanza psichedelica. 

Questa incredibile serie di incidenti ha aperto le menti (alcune anche "cotte") da allora, e la scienza sta iniziando a capire ciò che gli hippy e gli altri utilizzatori di LSD hanno spiegato come una sensazione di "unità" con il mondo, di sentirsi tutt'uno.




Scienziati svizzeri dell'Ospedale universitario di Psichiatria di Zurigo hanno utilizzato le scansioni cerebrali MRI per rivelare i meccanismi neurochimici che creano questo sentimento. 

Il team di ricercatori guidato da Katrin Preller pensa che questa convalida potrebbe essere utilizzata per aiutare la terapia per le persone che soffrono di disturbi mentali tra cui la schizofrenia, l'ansia e la depressione. Può anche essere usato per aiutare nelle difficoltà relazionali, poiché supera la separazione, ovvero il sentirsi separati dagli altri.




"L'LSD sfuma i confini tra il proprio sé e gli altri durante le interazioni sociali", ha spiegato Preller in una intervista.

Lo studio è stato cpubblicato su The Journal of Neuroscience e ha avuto 24 partecipanti sani. 12 hanno ricevuto un placebo e 12 hanno ricevuto 100 microgrammi di LSD. Una volta che hanno iniziato a sentire gli effetti sono stati inseriti in uno scanner MRI e utilizzato il movimento degli occhi per comunicare con un avatar virtuale.




"Questo ci ha permesso di mostrare che le regioni del cervello che sono importanti per distinguere tra sé e gli altri erano meno attive sotto l'influenza dell'LSD", ha aggiunto Preller. La scoperta più notevole è stata che mentre sotto l'influenza dell'LSD c'erano cambiamenti significativi nel recettore della serotonina 2A (recettore 5-HT2A) nel cervello umano. Il recettore 2A è pensato per svolgere un ruolo nel modo in cui una persona percepisce sé stessa. 

L'LSD influenza anche la corteccia cingolata posteriore e la corteccia temporale, entrambe le regioni sono anche associate al sé e alla cognizione sociale. È da qui che proviene la sensazione di unità, in quanto dissolve la linea tra sé e l'altro.








Questo è un grosso problema per quelli con depressione grave o schizofrenia, poiché il senso di sé può confondersi. Questo spesso porta a problemi sociali e di relazione. Questo significa che l'LSD potrebbe essere un potenziale ponte per le persone che soffrono di queste condizioni e per chiunque stia lottando per connettersi con gli altri

Per favore condividi questo articolo!



Mi chiamo Luca, creatore del blog Siamo Vita. Penso che fondere psicologia e spiritualità possa aiutarti a creare una vita più felice. 
Ricevi una copia gratuita del mio eBook di 31 pagine - Segreti Per Controllare La Tua Vita Tra Psicologia E Spiritualità - cliccando qui.


FONTE: truththeory

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento è molto ben accetto su questo blog, ogni opinione è gradita ed il confronto aiuta sempre, perciò ti invito a commentare, ma tieni conto di questi semplici accorgimenti:

1. Vengono accettati solo commenti utili, interessanti e ricchi di contenuto.
2. Non linkare il tuo sito o servizio per farti pubblicità, non servirebbe, i link sono tutti no_follow e comunque il commento non verrebbe pubblicato.
3. Se il commento è offensivo non verrà pubblicato. Siamo qui per dialogare e non per insultare :)